Portale Fir, Consap: aggiornamento della sezione dedicata allo strumento finanziario

Comunicato Consap di martedì 15 ottobre 2019.

La sezione è stata riorganizzata in due sottosezioni dedicate alla specifica tipologia di strumento finanziario.

Le principali novità sono:
Per le Azioni i “campi dati” aggiuntivi sono i seguenti:

Quantità residua (dato sempre obbligatorio)
Prezzo medio di carico fiscale
Costo totale d’acquisto/Controvalore
L’avente diritto deve valorizzare sempre il campo relativo alla Quantità residua unitamente al Prezzo medio di carico fiscale o, in alternativa, al Costo totale d’acquisto/Controvalore.
Non è richiesto l’inserimento delle singole tranches di acquisto.
In merito alle variazioni del valore di carico fiscale (es. affrancamento, rivalutazione delle azioni) è prevista la possibilità di indicare l’opzione corrispondente (SI/NO).
Gli allegati da caricare nell’apposita sezione saranno diversificati in funzione dell’Istituto bancario che rilascia la relativa documentazione (Banca cessionaria o Banca collocatrice).
Per l’avente diritto che si è rivolto a Intesa Sanpaolo verrà richiesto di caricare i files dei relativi documenti rilasciati dal predetto Intermediario nel campo “Rendiconto titoli, Ultimo rendiconto titoli disponibile ed Estratto libro Soci” presenti nel relativo menù a tendina.
Per l’avente diritto che si è rivolto ad una Banca cessionaria quale BPER, Ubi Banca o le BCC verrà richiesto di allegare il file del relativo documento rilasciato dal predetto Intermediario nel campo “Attestazione bancaria”.
In alternativa è sempre prevista la possibilità, per l’avente diritto, di caricare tutto ciò che è in suo possesso per dimostrare l’acquisto, la titolarità ed il possesso dello strumento finanziario.
Un glossario aiuterà l’avente diritto nella comprensione dei dati richiesti.
Nell’ipotesi di Obbligazioni Subordinate, a differenza delle azioni, resta invariata la necessità di inserire le singole tranches di acquisto, ove presenti.
I “campi dati” aggiuntivi previsti per ogni singola tranches sono i seguenti:

Data di acquisto
Data valuta
Quantità di acquisto
Prezzo di acquisto
Controvalore di acquisto
L’avente diritto deve valorizzare sempre i campi relativi alla “Data di acquisto” o alla “Data di valuta”, la Quantità di acquisto unitamente al Prezzo di acquisto o, in alternativa, al Controvalore.
Gli allegati da caricare nell’apposita sezione saranno diversificati in funzione dell’Istituto bancario che rilascia la relativa documentazione (Banca cessionaria o Banca collocatrice).
Per l’avente diritto che si è rivolto a Intesa Sanpaolo verrà richiesto di caricare i files dei relativi documenti rilasciati dal predetto Intermediario nel campo “Rendiconto titoli, Ultimo rendiconto titoli disponibile e Copie ordine di acquisto” presenti nel relativo menù a tendina.
Per l’avente diritto che si è rivolto ad una Banca cessionaria quale BPER o Ubi Banca verrà richiesto di allegare il file del relativo documento rilasciato dal predetto Intermediario nel campo “Attestazione bancaria”.
In alternativa è sempre prevista la possibilità, per l’avente diritto, di caricare tutto ciò che è in suo possesso per dimostrare l’acquisto, la titolarità ed il possesso dello strumento finanziario.
È inoltre presente, nella sezione D4, un glossario utile ai fini della compilazione dei dati relativi allo strumento finanziario.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...