Prevenire il soffocamento da alimenti in età pediatrica: sosteniamo la petizione

Secondo quanto riportano le Linee di indirizzo per la prevenzione del soffocamento da cibo del Ministero della Salute (Giugno 2017), in età pediatrica il soffocamento da corpo estraneo rappresenta un problema rilevante di salute pubblica: esso costituisce una delle principali cause di morte nei bambini di età inferiore ai 3 anni, ma la quota di incidenti rimane elevata fino ai 14 anni di età.
Viene stimato che, in Europa, ogni anno, 500 bambini muoiano soffocati. In Italia, è stato osservato, negli ultimi 10 anni, un trend stabile della quota di incidenti, con circa 1000 ospedalizzazioni all’anno. Le stime più recenti, calcolate includendo anche i “quasi-eventi” e gli episodi di minore gravità (che si sono risolti grazie all’intervento della famiglia, senza la necessità di rivolgersi ai sanitari), mostrano come l’incidenza reale del fenomeno sia 50-80 volte superiore rispetto a quella dei ricoveri (con 80,000 episodi stimati, per anno, solo in Italia).

Gli alimenti che causano più spesso incidenti sono gli ossicini di pollo e le lische di pesce (32%) seguiti dalle noccioline (22%) e dai semi (16%). Tuttavia, gli alimenti che causano più spesso questo tipo di incidenti non sono gli stessi che causano le conseguenze più severe: gli incidenti gravi sono causati in misura maggiore dalla carne, mentre uno studio condotto in 26 ospedali canadesi e statunitensi ha mostrato come i wurstel si associno più spesso a episodi fatali. Queste osservazioni sono legate al fatto che la gravità dell’esito è dipendente da specifiche caratteristiche di forma, consistenza e dimensioni dell’alimento.

Inoltre, si può vedere che quasi la metà degli incidenti da corpo estraneo si è verificata sotto la supervisione dell’adulto. Questi risultati denotano una scarsa conoscenza, da parte degli adulti responsabili della supervisione del bambino, del problema del soffocamento da cibo (e in particolare di quali sono gli alimenti pericolosi), un dato che è stato confermato da una recente indagine condotta su famiglie con bambini di età inferiore ai 4 anni.

Tutte le linee di indirizzo concordano sul fatto che gli alimenti pericolosi condividono particolari caratteristiche di forma, consistenza e dimensioni. Per quanto riguarda le dimensioni, sia gli alimenti piccoli (es. noccioline e semi) che quelli troppo grandi (es. grossi pezzi di frutta e verdura cruda) sono pericolosi in quanto, i primi rischiano di finire nelle vie respiratorie prima che il bambino riesca a morderli, mentre i secondi sono difficili da gestire durante la masticazione. Quella tonda (es. ciliegie e uva) e quella cilindrica (es. wurstel e carote) sono le forme più pericolose poiché queste tipologie di alimenti, se aspirati, possono bloccarsi nell’ipofaringe ostruendo completamente il passaggio dell’aria. Infine, per quando riguarda le consistenze, quelle più pericolose, con differenti meccanismi, sono quella dura, quella appiccicosa (es. burro d’arachidi), quella fibrosa (es. sedano) e quella comprimibile (es. wurstel e marshmallow). Gli alimenti duri e fibrosi sono difficili da masticare per la fisiologica mancanza di denti del bambino. Gli alimenti comprimibili possono scivolare nelle vie aeree prima che il bambino riesca a morderli e adattarsi alla forma dell’ipofaringe (grazie alla loro consistenza), ostruendo il passaggio dell’aria. Gli alimenti appiccicosi risultano difficili da rimuovere se rimangono bloccati nelle vie aeree, una volta aspirati.

Importanti sono anche le regole comportamentali consigliate dalle Linee di Indirizzo del Ministero della Salute:

  • Il bambino deve mangiare a tavola, seduto con la schiena dritta;
  • Il bambino non deve mangiare mentre gioca, è distratto dalla tv o da videogiochi, corre o si trova in un veicolo in movimento (es. automobile);
  • Creare un ambiente rilassato e tranquillo. Evitare distrazioni e non dare alimenti al bambino mentre sta piangendo o ridendo.
  • Provvedere alla sorveglianza/supervisione del bambino mentre mangia. Mai lasciare il bambino da solo mentre sta mangiando.
  • Incoraggiare il bambino a mangiare lentamente, a fare bocconi piccoli e a
    masticare bene prima di deglutire.
  • Non forzare il bambino a mangiare.
  • Dare al bambino alimenti appropriati al suo livello di sviluppo.
  • Non dare alimenti difficili da masticare o inappropriati al grado di maturazione del bambino.

Per prevenire l’allarmante fenomeno del soffocamento in età pediatrica, sul sito change.org, su iniziativa del Dott. Marco Squicciarini (medico e istruttore di manovre di disostruzione pediatrica e rianimazione), è pubblicata una petizione che persegue, tra gli altri, i seguenti obiettivi:

1- inserire obbligatoriamente nei capitolati di appalto delle mense scolastiche pubbliche e private il corretto taglio, manipolazione e somministrazione degli alimenti come da direttive del Ministero della Salute del Giugno 2017, per la riduzione degli incidenti e morti per soffocamento da cibo nei bambini;

2- rendere obbligatorio da parte di tutte le aziende alimentari di segnalazioni ed alert sulle confezioni degli alimenti pericolosi per bambini da 0 a 4 anni, come è già previsto dalla legge per i giocattoli;

3 – rendere obbligatorio l’inserimento nel programma dei “corsi preparto” (presso asl, ospedali e centri privati) del corso manovre disostruzione e rianimazione cardiopolmonare di base pediatriche;

4 – rendere obbligatoria l’esposizione nei ristoranti, bar e luoghi deputati alla vendita di alimenti della “tabella manovre disostruzione pediatrico-adulto”;

5 -rendere obbligatorio il corso Manovre disostruzione e rianimazione pediatrica per tutte le insegnanti e maestre delle scuole dell’infanzia;

6 – rendere obbligatorio l’inserimento nei corsi RSPP (Primo Soccorso Aziendale) dei luoghi di lavoro dove siano potenzialmente presenti bambini (scuole, centri commerciali, palestre, parchi divertimento, resort, stabilimenti balneari, campi estivi, ecc.) del modulo di Disostruzione e Rianimazione Cardiopolmonare Pediatrico.

Invitiamo tutti a sostenere la petizione cliccando sul seguente link.

Categorie:Generale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...