Inizia l’avventura del nuovo Governo. L’Associazione Nazionale Consumatori: “verificheremo se le annunciate iniziative in favore dei Risparmiatori saranno effettivamente intraprese”

Dopo quasi tre mesi dalle ultime elezioni, con il giuramento del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e dei ministri designati, inizia l’avventura del nuovo Governo.

Tra i punti di interesse del “Contratto di Governo”, dal punto di vista dell’Associazione Nazionale Consumatori – Difesa Consumatori, si segnalano l’obiettivo di “difendere la sovranità alimentare dell’Italia e tutelare le eccellenze del Made in Italy” e di “adottare un sistema di etichettatura corretto e trasparente che garantisca una migliore tutela dei consumatori”.

Altro aspetto di rilievo è quello secondo cui, “per far fronte al risarcimento dei risparmiatori “espropriati” si prevede anche l’utilizzo effettivo di risorse, come da legge vigente, provenienti da assicurazione e polizze dormienti”. Ciò nella prospettiva per cui “la platea dei risparmiatori che hanno diritto a un risarcimento, anche parziale, deve essere allargata anche ai piccoli azionisti delle banche oggetto di risoluzione“.

“Valutiamo positivamente l’apertura del Presidente del Consiglio nei confronti dei Risparmiatori danneggiati” comunica l’Associazione Nazionale Consumatori – Difesa Risparmiatori – “ora vigileremo attentamente affinché le promesse vengano tradotte in iniziative concrete, mediante iniziative efficaci in favore dei Risparmiatori, come l’attuazione e l’ampliamento della dotazione del Fondo di ristoro previsto nell’ultima Legge di Bilancio”.
“D’altro lato” – prosegue la nota – “avremmo preferito che alla tutela dei Consumatori fosse dedicato uno specifico capitolo del Contratto di Governo, anziché un semplice e minimo riferimento, e che, nel capitolo Giustizia, fossero previsti specifici interventi per il potenziamento delle azioni collettive e di classe nell’interesse di Consumatori e Utenti”.
“Ciononostante” – conclude l’Associazione, “pur non entrando nel merito delle scelte politiche ed economiche, al di delle affermazioni di principio su vari temi, sono apprezzabili alcune proposte programmatiche specifiche, come la riduzione dei tempi per l’erogazione delle prestazioni sanitarie, l’esenzione dall’IVA per i prodotti neonatali e per l’infanzia, l’aggiornamento delle agevolazioni per l’acquisto di beni e ausili per le persone con disabilità, la soppressione degli aumenti del contributo unificato per le spese di giustizia. Verificheremo rigorosamente anche l’effettiva attuazione di questi interventi”.

Categorie:Generale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...